Metti un furgoncino Volkswagen con sette ragazzi, dai sedici ai diciott’anni, e un professore che guida quasi senza sosta dal Ticino a Siracusa (per non perdere il traghetto), e da lì – col pullmino sulla nave - attraversano il mare fino al primo approdo: Tripoli. Poi, sobbalzando lungo strade sterrate e deserti, fra serpenti e scorpioni, avanti verso Tunisi, Algeri, il Sahara,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
    Verso il voto

    Legittima difesa: pro e contro

    Il 9 febbraio i cittadini saranno chiamati alle urne per esprimersi sull’iniziativa promossa da Giorgio Ghiringhelli - A confronto l’opinione favorevole della deputata Roberta Soldati (UDC) e quella contraria del granconsigliere Nicola Corti (PS) - IL GRAFICO E IL VIDEO

  • 5
  • 1