Spreco di soldi pubblici o soluzione indispensabile?

Piano di Magadino

Confronto tra il direttore del Territorio Claudio Zali e il promotore del referendum Marco Passalia in vista della votazione del 19 maggio sui semafori

Spreco di soldi pubblici o soluzione indispensabile?
(foto CdT)

Spreco di soldi pubblici o soluzione indispensabile?

(foto CdT)

BELLINZONA - In vista della votazione del 19 maggio sulla viabilità sul Piano di Magadino abbiamo messo a confronto il direttore del Territorio Claudio Zali e il promotore del referendum Marco Passalia.

Sostituire le rotonde sul Piano di Magadino con dei semafori intelligenti, perché i cittadini dovrebbero votare sì?

«Lo faranno se sono interessati ad un traffico più scorrevole. Oggi tra Cadenazzo e Quartino transitano 28mila veicoli al giorno. Le rotonde (la prima costruita nel 1997) non sono in grado di gestire efficacemente un simile volume di traffico. Le nuove misure di fluidificazione faranno risparmiare fino a 15 minuti di percorrenza nelle ore di punta».

Per i referendisti però si tratta di uno spreco di soldi pubblici: parliamo di un progetto da 3,3 milioni di franchi che collide con...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
  • 1