I membri del gruppo Shincheonji sono additati come responsabili della diffusione del coronavirus in Corea del Sud. A un certo punto alla chiesa millenarista era stato attribuito il 60% dei contagiati nel Paese asiatico. Un importantissimo focolaio di espansione del virus parte proprio dai suoi fedeli. «Ma andiamoci piano con le accuse», spiega l’esperto di religioni Massimo Introvigne dopo un’attenta analisi del caso.

Il tema non è legato unicamente al caso sud coreano, visto che attacchi analoghi nei confronti di gruppi religiosi si sono avuti anche in Italia, in Francia e in Svizzera (vedi scheda in basso). Ne parliamo con Massimo Introvigne, direttore del CESNUR (Centro Studi Nuove Religioni), uno dei principali esperti di religiosità alternativa (nella foto sotto). Per dimostrare la sua...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1