Image
ticino

Un 2018 turistico da dimenticare

I dati sulle presenze alberghiere lo scorso anno nel nostro cantone indicano pesante calo del 7,5%. Ma per Lorenzo Pianezzi di Hotelleriesuisse è solo «un ritorno alla nostra realtà dopo una combinazione straordinaria di fattori»

Un 2018 da record per le regioni d’Oltr’alpe ma una stagione da dimenticare per il Ticino. L’annuale rapporto sulla ricettività turistica nel nostro Paese reso noto ieri dall’Ufficio federale di statistica è impietoso: il nostro cantone, che nel 2017 aveva fatto registrare risultati da record trasformandosi in una delle più veloci locomotive turistiche svizzere, lo scorso anno...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Approfondimenti
  • 1
    VAR

    Sembra la NASA, invece è Volketswil

    Tutto pronto per il tanto atteso e discusso debutto della tecnologia di assistenza agli arbitri in Super League - Il responsabile della formazione Hellmut Krug: «Sarà necessaria un’applicazione il più possibile uniforme»

  • 2
  • 3
    Orologeria

    Per Swatch un consolidamento a livelli elevati

    Nel primo semestre fatturato in flessione del 4,4%, ma gioca l’effetto base - Kever: «Sul futuro rimaniamo positivi» - Pesenti: «Il settore si sta riprendendo, nel 2018 creati 3 mila posti»

  • 4
    UNESCO

    Gli onori e gli oneri di un’etichetta

    Entrare a far parte del patrimonio mondiale concede indubbi benefici ma comporta anche grossi rischi - Ecco cosa fa l’organizzazione per limitare un’eccessiva apertura e garantire il prestigio del proprio marchio

  • 5
  • 1