La guida

Affrontare la COVID-19
grazie alla psicologia

Affrontare la COVID-19 <br />grazie alla psicologia
Trovare dei punti di riferimento ed evitare di focalizzarsi troppo sul virus può aiutarci a convivere meglio con questa situazione

Affrontare la COVID-19
grazie alla psicologia

Trovare dei punti di riferimento ed evitare di focalizzarsi troppo sul virus può aiutarci a convivere meglio con questa situazione

“Il virus non si scaccia col pensiero, ma pensare bene ci aiuta ad affrontarlo meglio”, così recita il sottotitolo della “Breve guida psicologica tascabile per tempi difficili”, un documento della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (Supsi). Il Covid-19, del resto, non è l’unico pericolo che corriamo in questi giorni. Sollecitati come siamo anche dal punto di vista psicologico, stressati a causa della precarietà che sperimentiamo da casa, avere degli strumenti per reagire è fondamentale. La paura che proviamo è perfettamente normale. Ci confrontiamo con qualcosa che conosciamo poco. Per affrontarla è necessario costruire una cassetta degli attrezzi psicologica basata su sei concetti essenziali.

In primo luogo dobbiamo Solidarizzare. Attraverso questa esperienza possiamo finalmente sentirci una comunità, anche se a distanza. Mantenere i contatti coi nostri cari ci rende meno soli. Aiutare gli altri, inoltre, fa sentire meglio anche noi. Contenere il panico è un altro atteggiamento da fare proprio. Perdendo il controllo si agisce peggio sia come singoli che come gruppo. Ecco perché Supsi consiglia di trovare dei punti di riferimento affidabili, sia nel darci informazioni che nel sostenerci psicologicamente, in caso di difficoltà.

Fondamentale anche Distinguere i fatti oggettivi dalle supposizioni infondate. Con le tantissime informazioni che girano non è semplice, tuttavia il nostro appiglio primario devono essere i siti web istituzionali (ti.ch/coronavirus) e della comunità scientifica. Non sempre il clima di paura che si respira è fondato dal punto di vista oggettivo. Focalizzarsi troppo su un problema può ingigantirlo. Certo, oggi il Covid-19 monopolizza l’attenzione di notiziari e giornali. La nostra vita, tuttavia, continua a metterci di fronte ad altre prove, che non lo riguardano. Trascurarle è un atteggiamento da irresponsabili. Cerchiamo, dunque, di mantenere una visione d’insieme.

Ricevere troppe notizie rischia di disorientarci, specie se la loro fonte non è affidabile al cento per cento. Meglio Arginare le informazioni, consultandole quando è davvero necessario. Mettere in discussione ciò che si pensa e ciò che si fa con una frequenza eccessiva ha un effetto deleterio su di noi. Finisce, in pratica, per toglierci ogni energia.

Ultimo consiglio di Supsi è quello di Pazientare. Abbiamo bisogno di tempo per elaborare quello che sta succedendo. Le cose indefinite ci creano stress e tentare di risolverle mentalmente è un meccanismo di protezione. Una maggiore consapevolezza, tuttavia, potrà arrivare anche alla fine di questa difficile situazione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1