Musica e salute

Allenarsi con il pop
fa bene alla linea

Allenarsi con il pop <br />fa bene alla linea
La musica aiuta a combattere la fatica sia all’aperto, quando e se possibile, sia in casa

Allenarsi con il pop
fa bene alla linea

La musica aiuta a combattere la fatica sia all’aperto, quando e se possibile, sia in casa

Musica e sport formano un binomio vincente per il nostro benessere. A rivelarlo non è il buon senso, ma la scienza. È recente, infatti, la pubblicazione sul magazine «Frontiers in Psychology» di una ricerca firmata da quattro università italiane, secondo cui ascoltare un determinato tipo di musica porterebbe a maggiori benefici sull’allenamento fisico. Nello specifico i ricercatori hanno analizzato l’effetto del tempo musicale su 19 donne impegnate in workout di resistenza o di esplosività, confrontando i risultati ottenuti in quattro differenti condizioni: in silenzio, con una musica a bassa intensità (90-110 bpm); media (130-150 bpm) o ad alta intensità (170-190 bpm).

Allenarsi con il pop <br />fa bene alla linea

La premessa dello studio chiamava in causa la frequenza cardiaca, considerando che quando questa è alta significa che l’esercizio è più vantaggioso in termini di forma fisica. I numeri hanno permesso agli studiosi di notare che quando il ritmo in cuffia è al massimo dell’intensità il battito del cuore accelera con la conseguenza di uno sforzo percepito più basso rispetto a quando si fa la medesima attività senza suono.
Detto in altre parole, le sette notte che superano i 170 bpm sortiscono l’effetto incredibilmente incoraggiante di far sentire meno la fatica. Un risultato sperimentale che sembrerebbe coinvolgere più la categoria della resistenza rispetto all’attività aerobica esplosiva: secondo Luca Ardigò – docente di Metodi e didattiche delle attività sportive nel dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento dell’università di Verona – «i benefici sportivi correlati alla musica sono stati più evidenti nei volontari che facevano running e camminata piuttosto che workout in palestra con pesi e attrezzi». La playlist utilizzata dall’equipe nel corso della ricerca comprendeva titoli come «Cruel Summer» di Taylor Swift e «Basket Case» dei Green Day.
In attesa, dunque, di poter ricominciare a correre in mezzo alla natura, via libera agli allenamenti domestici a ritmo di musica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1