Passioni

Arredare le stanze
con piante grandi

Arredare le stanze <br />con piante grandi
Tante soluzioni per dare un tocco di colore e di simmetria all’appartamento: per la maggior parte di esse non serve avere un pollice verde

Arredare le stanze
con piante grandi

Tante soluzioni per dare un tocco di colore e di simmetria all’appartamento: per la maggior parte di esse non serve avere un pollice verde

C’è una nuova tendenza d’arredamento in questo 2020: è quella delle piante da appartamento di grandi dimensioni, elemento in grado di scatenare la creatività degli interior designer, ma anche di chi in autonomia vuole dare un tocco di verde alla propria casa e trasformarla quasi in un giardino interno.

Veri e propri alberi – ma di piccole dimensioni, ovviamente – o specie tropicali: non è detto che sia necessario disporre a tutti i costi di grandi metrature. Anche in ambienti di piccole dimensioni è possibile giocare con lo stile e le simmetrie, utilizzando questi atipici elementi d’arredo. E se non si è propriamente un “pollice verde”, niente paura: esistono alcune tipologie di piante d’appartamento con cui cominciare, molto facili da curare.

La prima della lista in tal senso è la Sansevieria, nota anche come “lingua di suocera”: è contraddistinta da lunghe foglie variegate e con l’estremità ellittica e appuntita, che nascono direttamente dal terreno e rimangono dritte. Questa pianta può superare il metro di lunghezza. Per chi con le piante ha sempre avuto un rapporto conflittuale ne esiste anche un’altra estremamente semplice da coltivare: il Potos, una sempreverde resistente e versatile. La sua caratteristica – allungarsi facilmente e arricchirsi frequentemente di nuove piccole radici – ne fa un perfetto elemento decorativo per le pareti.

Una pianta che da qualche tempo è diventata molto “popolare” in fatto di arredamenti, è la Monstera Deliciosa. Deve il suo nome alla capacità – propria delle sue splendide foglie verdi – di arrampicarsi e raggiungere grandi dimensioni. Una piccola accortezza: la terra non deve essere mai secca. Un grande classico è invece il Banano: le sue lunghe foglie si srotolano a vista d’occhio e toccano alte vette, meglio dunque optare per la variante nana.

Chi non ha paura di scegliere tra più di 150 varietà, può puntare sulla Calathea: le sue foglie possono essere rosate, violacee o verdi striate di bianco, grandi o piccole; una varietà che la rende unica. Una pianta dall’aspetto “disordinato” è infine il Ficus Lyrata. Fusto sottile, chiome che prendono diverse direzioni e una peculiarità: poiché cresce soltanto in ambienti umidi, è opportuno vaporizzarla ogni tanto (oppure posizionarla in bagno). Molte di queste piante, se messe a fianco di mobili o finestre, non fanno che accentuare la simmetria degli ambienti, che contribuiscono ad arricchire con il loro colore.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1