Attività

Con il giardinaggio
torna il buon umore

Con il giardinaggio <br />torna il buon umore
Prendersi cura di piante e fiori aumenta il tempo trascorso all’aria aperta e in movimento e aiuta a contrastare ansia e depressione

Con il giardinaggio
torna il buon umore

Prendersi cura di piante e fiori aumenta il tempo trascorso all’aria aperta e in movimento e aiuta a contrastare ansia e depressione

Il giardinaggio non è solo un piacevole passatempo o un modo per rendere più colorata e viva la propria casa, il proprio terrazzo o il fazzoletto di terra davanti a casa. Prendersi cura di piante e fiori è infatti un vero e proprio toccasana per la salute: diminuisce l’ansia e la depressione, e aumenta la felicità e la stima in sé stessi. A sostenerlo è uno studio scientifico, condotto da alcuni ricercatori britannici e giapponesi e pubblicato sulla rivista scientifica «Preventive Medicine Reports».

Il lavoro è un’analisi di una ventina di studi condotti in tutto il mondo, negli ultimi vent’anni, sul tema e le loro conclusioni affermano che il giardinaggio fa bene alle persone di tutte le età. «I risultati suggeriscono che la partecipazione alle attività di giardinaggio ha un impatto positivo significativo sulla salute – scrivono i ricercatori - L’associazione positiva con il giardinaggio è stata osservata per una vasta gamma di parametri, come la riduzione dei sintomi di depressione e ansia, dello stress, dei disturbi dell’umore e dell’indice di massa corporea, nonché aumenti della qualità della vita, del senso di comunità, dei livelli di attività fisica e funzione cognitiva».

E siccome il giardinaggio fa così bene, le amministrazioni pubbliche dovrebbero creare più occasioni per praticarlo. Tra le raccomandazioni degli scienziati c’è infatti quella di creare degli orti urbani e dei giardini condivisi. Questi luoghi, essendo spazi accessibili per tutti i tipi di persone, compresi bambini, anziani e persone con disabilità, possono addirittura contribuire a ridurre le disuguaglianze sanitarie.

Uno dei benefici sorprendenti del giardinaggio è il fatto che abbia un effetto sull’indice di massa corporea, un valore che serve a valutare il peso di un soggetto e la sua posizione rispetto a quello normale. Diversi studi hanno infatti calcolato che chi si prende cura di fiori, piante e ortaggi ha oltre il 30% in meno di probabilità di essere sovrappeso o obeso. I ricercatori non sono in grado di dire se i benefici derivino dal mangiare meglio o dal fare più movimento, ma i risultati suggeriscono che questa attività potrebbe essere un’aggiunta positiva a uno stile di vita attento già alla salute.

Se su alcuni benefici la scienza ancora si interroga, ce ne sono altri di certi. Oltre a quelli citati sopra, fare giardinaggio permette di trascorrere tempo all’aria aperta e al sole, aumentando la produzione di vitamina D, fondamentale per l’assorbimento del calcio. Inoltre, nei soggetti anziani, il giardinaggio riduce il rischio di osteoporosi, perché migliora la coordinazione e il tono muscolare, oltre ad avere effetti positivi su circolazione e sistema cardiovascolare.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1