I consigli

Difendere i polmoni
nell’era dello smog

Difendere i polmoni <br />nell’era dello smog
Tra i maggiori problemi per la sanità a livello mondiale ci sono le malattie polmonari

Difendere i polmoni
nell’era dello smog

Tra i maggiori problemi per la sanità a livello mondiale ci sono le malattie polmonari

Difendere i polmoni <br />nell’era dello smog
Polveri sottili dannose per il corpo

Difendere i polmoni
nell’era dello smog

Polveri sottili dannose per il corpo

Difendere i polmoni <br />nell’era dello smog

Difendere i polmoni
nell’era dello smog

Difendere i polmoni <br />nell’era dello smog
Polveri sottili dannose per il corpo. © CDT/ARCHIVIO

Difendere i polmoni
nell’era dello smog

Polveri sottili dannose per il corpo. © CDT/ARCHIVIO

Tra i maggiori problemi per la sanità a livello mondiale ci sono le malattie polmonari, responsabili di circa un sesto di tutti i decessi, secondo i numeri dell’European Lung Fondation. Questo dato basta a far capire quanto sia cruciale difendere i polmoni da patologie come asma e bronchiti, fino ad arrivare ai tumori. Anche perché al giorno d’oggi risulta sempre più difficile vivere in un ambiente con aria sana e pura, capace di non incidere in modo negativo sulle vie respiratorie. Alcune buone norme di comportamento possono comunque dare una mano a prevenire seri problemi di salute.

Il primo consiglio è quello più importante, anche se più ovvio: mettere al bando le sigarette. Il tabagismo è un vizio in diminuzione, ma ancora troppo diffuso: secondo l’Ufficio federale di statistica (dati 2017) in Svizzera fuma il 27% della popolazione adulta, una quota praticamente uguale a quella di dieci anni prima. E il cancro ai polmoni rappresenta rappresenta il 22% di tutti i decessi maschili per tumore e il 15% di quelli femminili. I rischi per la salute riguardano anche il fumo passivo che, secondo uno studio effettuato da esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità, causa nel mondo 600mila decessi ogni anno, dei quali 165mila riguardano bambini che convivono con fumatori abituali.

Tenersi alla larga dalle sigarette non basta però per difendere i polmoni e le vie respiratorie, soprattutto se si vive in centri urbani sempre più afflitti dal problema dello smog. Se si passeggia o pedala in città è bene dotarsi di una mascherina antismog, che riesce a trattenere le polveri sottili dannose per l’organismo. Altro buon accorgimento è quello di effettuare lavaggi nasali con acqua fisiologica, almeno due volte al giorno.

Mantenere una buona qualità dell’aria è importante anche dentro casa. L’umidità della casa va tenuta sotto controllo, in modo tale che si attesti attorno al 30-50%, e non va data «tregua» alla polvere. Infine, meglio limitare l’uso di deodoranti industriali .

Tra i maggiori problemi per la sanità a livello mondiale ci sono le malattie polmonari, responsabili di circa un sesto di tutti i decessi, secondo i numeri dell’European Lung Fondation. Questo dato basta a far capire quanto sia cruciale difendere i polmoni da patologie come asma e bronchiti, fino ad arrivare ai tumori. Anche perché al giorno d’oggi risulta sempre più difficile vivere in un ambiente con aria sana e pura, capace di non incidere in modo negativo sulle vie respiratorie. Alcune buone norme di comportamento possono comunque dare una mano a prevenire seri problemi di salute.

Il primo consiglio è quello più importante, anche se più ovvio: mettere al bando le sigarette. Il tabagismo è un vizio in diminuzione, ma ancora troppo diffuso: secondo l’Ufficio federale di statistica (dati 2017) in Svizzera fuma il 27% della popolazione adulta, una quota praticamente uguale a quella di dieci anni prima. E il cancro ai polmoni rappresenta rappresenta il 22% di tutti i decessi maschili per tumore e il 15% di quelli femminili. I rischi per la salute riguardano anche il fumo passivo che, secondo uno studio effettuato da esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità, causa nel mondo 600mila decessi ogni anno, dei quali 165mila riguardano bambini che convivono con fumatori abituali.

Tenersi alla larga dalle sigarette non basta però per difendere i polmoni e le vie respiratorie, soprattutto se si vive in centri urbani sempre più afflitti dal problema dello smog. Se si passeggia o pedala in città è bene dotarsi di una mascherina antismog, che riesce a trattenere le polveri sottili dannose per l’organismo. Altro buon accorgimento è quello di effettuare lavaggi nasali con acqua fisiologica, almeno due volte al giorno.

Mantenere una buona qualità dell’aria è importante anche dentro casa. L’umidità della casa va tenuta sotto controllo, in modo tale che si attesti attorno al 30-50%, e non va data «tregua» alla polvere. Infine, meglio limitare l’uso di deodoranti industriali .

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Benessere
  • 1
    La salute

    Curare le gengive
    per evitare la piorrea

    L’infiammazione può degenerare fino a provocare la perdita dei denti. Un disturbo che si previene con pulizia e controlli, mentre gli interventi sono sempre più raffinati e tecnologici

  • 2
    La tendenza

    Passione meditazione,
    ma con giudizio

    Non si tratta di un vagheggiato momento di rilassamento, ma di una disciplina seria, praticata in tanti modi differenti: ci sono infatti molte correnti e scuole di pensiero anche antiche che guidano i partecipanti in un’esperienza unica

  • 3
  • 4
    L’alimentazione

    Ecco come dire addio
    alle abbuffate no stop

    Mangiare troppo, e male, può favorire l’insorgere di molti problemi per la salute Riducendo stress e noia è possibile contrastare lo stimolo compulsivo alla fame fino a uscirne vittoriosi

  • 5
  • 1