I consigli

Insonnia da stress
Ecco come affrontarla

Insonnia da stress <br />Ecco come affrontarla
Allontanare i dispositivi high tech, attuare tecniche di rilassamento ed esporsi al sole: ecco i rimedi per dormire bene.

Insonnia da stress
Ecco come affrontarla

Allontanare i dispositivi high tech, attuare tecniche di rilassamento ed esporsi al sole: ecco i rimedi per dormire bene.

Quante volte, al termine di una giornata faticosa, è capitato di mettersi a letto e di non riuscire a chiudere occhio, oppure di addormentarsi rapidamente per poi svegliarsi nel cuore della notte con la testa piena di pensieri? Il sonno, per essere efficace, deve essere ristoratore, altrimenti gli effetti negativi legati a notti in bianco o riposo disturbato si ripercuoteranno sul benessere psico-fisico. La causa principale dell’insonnia è lo stress, questa condizione che ormai attanaglia gran parte delle persone. Dormire deve essere una priorità: è fondamentale per rigenerare il nostro organismo ed elaborare a livello cognitivo gli stimoli e le esperienze. Quando però le preoccupazioni prendono il sopravvento, diventa necessario intervenire: per fortuna ci sono alcuni rimedi validi che vale la pena provare.

Praticare lo yoga e la meditazione, con tecniche di respirazione che aiutano ad allontanare i pensieri negativi, è una buona strada per predisporsi al riposo notturno. Spesso e volentieri poi sul comodino è presente lo smartphone o il tablet, un’abitudine tanto frequente quanto nociva: la luce blu emessa da questi dispositivi inibisce la produzione di melatonina, l’ormone che regola il sonno e che quindi permette di mantenere regolari i ritmi circadiani. Disconnettersi è importante, lasciando questi dispositivi direttamente in un’altra stanza se possibile.

Anche un’alimentazione sana è una buona alleata per conciliare il sonno: l’ideale è un pasto leggero, magari di pesce, bandendo dalla tavola i cibi grassi o fritti che di certo non aiutano. A supporto una tisana rilassante o un infuso di valeriana, escolzia o luppolo favoriscono una condizione ideale per lasciarsi andare fra le braccia di Morfeo. Per ristabilire i ritmi circadiani, si suggerisce poi di esporsi un quarto d’ora alla luce del sole. L’ideale sarebbe rispettare degli orari che siano in linea con questi ritmi, ovvero non coricarsi più tardi delle 23 e alzarsi intorno alle 7. Se poi i risultati sperati tardano ad arrivare, un aiuto può arrivare dagli integratori alla melatonina, che danno un ottimo supporto nella fase iniziale del sonno – quindi per chi ha problemi ad addormentarsi – mentre sono meno efficaci sulla durata dello stesso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1