L’evoluzione

La nostra temperatura
si abbassa, perché...

La nostra temperatura <br />si abbassa, perché...
In due secoli abbiamo perso mezzo grado centigrado. Per una popolazione amazzonica, però, il calo risale agli ultimi 16 anni

La nostra temperatura
si abbassa, perché...

In due secoli abbiamo perso mezzo grado centigrado. Per una popolazione amazzonica, però, il calo risale agli ultimi 16 anni

L’umanità si sta lentamente raffreddando. No, non è una considerazione affettiva, ma un vero e proprio dato scientifico. L’Homo sapiens, stando ai dati ufficiali del tempo, fino ad un paio di secoli fa aveva una temperatura media di 37°C, mentre oggi oscilla tra i 36,6 e i 36,4 °C a seconda dell’area geografica. A stupire i ricercatori dello Tsimané Health and Life History Project è tuttavia il fatto che in una popolazione amazzonica—gli Tsimané, appunto—questo cambiamento sia avvenuto in 16 anni, anziché 200. Le spiegazioni degli esperti sono ancora in fase di formulazione, ma prendono in considerazione un gran numero di fattori medici e legati allo stile di vita.

L’analisi dei ricercatori dello Tsimané Health and Life History Project si è basata su 18.000 misurazioni avvenute su un campione di 5.500 adulti Tsimané. Sono stati chiaramente tenuti in conto una serie di fattori esterni, come la massa grassa degli individui e la temperatura ambientale.

La teoria più diffusa—formulata dalla Scuola di Medicina della Stanford University su Elife—sostiene che la diminuzione della temperatura nell’uomo sia dovuta alla diffusione di una migliore igiene, nonché all’accesso alle vaccinazioni, agli antibiotici e alle cure mediche, che hanno comportato un calo delle infezioni a livello globale. Quando il sistema immunitario viene attivato più raramente, infatti, si creano meno infiammazioni e—inevitabilmente—si sviluppa una temperatura più bassa. Una considerazione che, tuttavia, non vale per le popolazioni della Bolivia rurale, tra cui le infiammazioni sono ancora molto diffuse. Cosa può aver influenzato l’abbassamento repentino della temperatura negli Tsimané?

La ricerca dello Tsimané Health and Life History Project è giunta a ipotizzare che non solo le migliori condizioni di salute influenzino questo dato, ma anche l’utilizzo di vestiti, riscaldamento e aria condizionata: tutti elementi che aiutano l’organismo a regolarsi in maniera meno faticosa. Chiaramente gli Tsimané non hanno accesso ad impianti di condizionamento particolarmente sofisticati, sempre più diffusi, ma sono in grado di fronteggiare caldo e intemperie grazie ad abiti adeguati. Insomma, l’abbassamento della temperatura nella loro popolazione sarebbe dovuta ad un mix di cause diverse molto simili a quelle che hanno riguardato la popolazione mondiale, ma arrivate in Bolivia rurale con tempi diversi rispetto al resto del mondo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1