Comfort

La scelta del cuscino:
il ruolo della posizione

La scelta del cuscino: <br />il ruolo della posizione
Il modello migliore è quello che tiene testa e collo in linea con la colonna vertebrale assecondando il modo in cui dormiamo.

La scelta del cuscino:
il ruolo della posizione

Il modello migliore è quello che tiene testa e collo in linea con la colonna vertebrale assecondando il modo in cui dormiamo.

Quante volte, andando a dormire, avremmo voluto un cuscino diverso su cui poggiare la testa? Meno duro, più morbido, più basso, più alto. Ma quale è la soluzione migliore, è difficile dirlo. Spesso scegliamo il guanciale che ci sembra comodo e che non ci provoca dolori, ma il comfort non è l’unico fattore da tenere in considerazione.

Se è vero che un buon cuscino può evitare fastidi cervicali o dorsali e alleviare quelli già esistenti, e che uno sbagliato può favorirli e peggiorarli, è altrettanto vero che per prendere la decisione giusta è necessario valutare altre variabili: il modello perfetto dipende infatti prima di tutto dalla posizione che assumiamo quando dormiamo. Si tratta di un fattore non indifferente. Per quanto vaga, tutti abbiamo un’idea di come di solito ci addormentiamo o svegliamo, se non di come, almeno, tendiamo a riposare.

Pensato per sostenere la testa in modo che questa si trovi, con il collo, in linea con la colonna vertebrale, un cuscino troppo alto tende a stirare le spalle di chi dorme supino, mentre uno troppo basso mette in tensione il collo. In questi casi la soluzione migliore potrebbe essere un modello a spessore medio, in grado di favorire la distensione. Se invece dormiamo proni – posizione in cui già di per sé il collo va in rotazione forzata e la colonna è in posizione non naturale – il cuscino potrebbe essere basso, quasi dovessimo conquistare il livello del materasso. Dormire sul fianco richiede invece un affinamento del calcolo di variabili, perché il guanciale in questione dovrebbe coprire la distanza che rimane fra la spalla e l’orecchio appoggiato al cuscino. Distanza che si riduce se, per esempio, il materasso lascia sprofondare un pochino la spalla: occorrerà in questo caso un cuscino più basso. Insomma, dormire bene dipende strettamente dal cuscino: l’importante è sceglierlo sempre in base alla posizione in cui si riposa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1