Il consiglio

Lasciare lo stress
fuori dalla valigia

Lasciare lo stress <br />fuori dalla valigia

Lasciare lo stress
fuori dalla valigia

Staccare un po’ la spina dalla routine quotidiana e concedersi qualche giorno di relax, in famiglia o con gli amici è il programma che molti hanno in mente. Che si tratti di un weekend sugli sci o di un viaggio verso calde spiagge esotiche, la sostanza non cambia: è fondamentale non rinunciare ai periodi di ferie dei quali si può usufruire. Non godersi le meritate vacanze comporta più stress e meno felicità, con conseguenze negative sulla capacità di concentrazione e la produttività lavorativa. Al bando dunque la paura di rimanere indietro con le proprie incombenze o di perdere la promozione sperata: le giuste pause sono non solo utili ma anche necessarie, e occorre distribuirle durante l’arco di tutto l’anno.

Ma per ricaricare nel modo corretto le pile non basta fare le valigie e prendere l’aereo: troppe volte la sospirata vacanza rischia di provocare stress, anziché diminuirlo. Bagagli, prenotazioni, coincidenze aeree e documenti da non dimenticare: questi e molti altri aspetti possono essere fonte di ansia, soprattutto se si viaggia con bambini in tenera età. Guai a farsi prendere dal panico, altrimenti la vacanza non assolverà al proprio compito di riposare la mente al fine di riprendere le proprie attività, al rientro, con un’energia maggiore.

Per evitare tutto ciò, il primo consiglio è di staccare completamente la testa dalle preoccupazioni da ufficio: buona norma è quella, quando possibile, di evitare di leggere email o messaggini legati al lavoro.

Altra regola d’oro è quella di affrontare tutto con la dovuta calma: meglio non fiondarsi in aeroporto direttamente all’uscita dall’ufficio e, allo stesso modo, rientrare a lavoro appena scesi dalla scaletta del volo. Spesso poi è dannoso a livello psicologico pianificare in anticipo ogni istante della vacanza: giusto programmare, ma senza essere troppo rigidi o imporsi veri e propri tour de force. Imparare a vedere gli imprevisti come possibilità positive può essere la carta vincente, così come vivere le ferie giorno per giorno, senza proiettarsi troppo in anticipo al momento del rientro. Molto benefico può essere anche impegnarsi in attività diverse dal solito, ponendosi qualche nuovo obiettivo: ad esempio, restando a questo periodo, cimentarsi in una nuova disciplina sportiva sulla neve.

In generale, la parole d’ordine deve essere «togliere il piede dall’acceleratore»: solo così sarà possibile godere a pieno dei vantaggi e dei benefici di un periodo di vacanza, sia per il fisico che per la mente.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Benessere
  • 1