I consigli

Le difese immunitarie
contro l’influenza

Le difese immunitarie <br />contro l’influenza
Dalle buone abitudini alla dieta, passando per i comportamenti virtuosi: ecco le migliori strategie per combattere i mali di stagione

Le difese immunitarie
contro l’influenza

Dalle buone abitudini alla dieta, passando per i comportamenti virtuosi: ecco le migliori strategie per combattere i mali di stagione

La stagione fredda porta con sé – a maggior ragione nell’anno in cui è in corso una pandemia – le preoccupazioni per l’influenza stagionale. Il ceppo europeo potrebbe essere stato individuato e non si dovrebbe trattare di un virus nuovo. Parte della popolazione adulta potrebbe quindi già possedere gli anticorpi: in questo caso, le sovrapposizioni con la COVID-19 (la cui sintomatologia è in molti casi simile a quella influenzale) non rappresenterebbero una grave minaccia, anche se il condizionale è d’obbligo. La guardia va sempre tenuta alta, seguendo regole di prevenzione e cercando – con le buone abitudini – di rafforzare le proprie difese immunitarie.

Lo si può fare soprattutto con l’alimentazione, seguendo menù vari e completi, che si ispirano alla dieta mediterranea. Questo comporta, infatti, l’assunzione di gran parte dei nutrienti che servono alle difese immunitarie. Ma non sempre ciò accade: ecco perché si può far ricorso agli integratori, naturalmente dopo essersi consultati con il proprio medico curante. Tra le sostanze più efficaci per il rafforzamento delle difese immunitarie ci sono le vitamine C, D ed E, i carotenoidi, l’omega 3, le fibre e il ferro, lo zinco e i probiotici. Assicurarsi che dieta e stile di vita contribuiscano a un apporto quotidiano di questi elementi, rappresenta già un ottimo punto di partenza in fatto di prevenzione.

Esistono, però, anche altri rimedi naturali contro l’influenza e il raffreddore. Uno di questi è rappresentato da alcuni tipi di piante che avrebbero la capacità di rafforzare il sistema immunitario e che sono disponibili presso farmacie ed erboristerie: su tutte l’echinacea, il ginseng e il propoli. Per ciascuna di queste, efficacia e benefici sono stati dimostrati da diversi studi scientifici.

Oltre ad assumere nutrienti vari o affidarsi ai suddetti rimedi naturali, esistono naturalmente una serie di comportamenti da opporre al rischio di contagio da influenza. In questi mesi, causa COVID-19, sono stati ripetuti più e più volte: lavarsi spesso le mani, restare a casa se si hanno sintomi, evitare di toccare le mucose (bocca, naso e occhi) se le mani non sono igienizzate, arieggiare le stanze ed evitare luoghi chiusi e troppo affollati.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1