Il video

Tutti i numeri
di un disagio evitabile

Tutti i numeri <br />di un disagio evitabile
L’80% degli adulti ha dichiarato di aver sofferto di mal di schiena una o più volte nella propria vita

Tutti i numeri
di un disagio evitabile

L’80% degli adulti ha dichiarato di aver sofferto di mal di schiena una o più volte nella propria vita

I dati e i consigli a cura della Lega svizzera contro il reumatismo. L’80% degli adulti ha dichiarato di aver sofferto di mal di schiena una o più volte nella propria vita.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia il problema non sembra ascrivibile a una patologia specifica.

Loading the player...
GUARDA IL VIDEO!
Tutti i numeri <br />di un disagio evitabile
La postura corretta da tenere in ufficio(e non finire come Emma)

Occhi rossi, schiena curva e qualche chilo di troppo. Si chiama Emma e potrebbe essere la nostra vicina di scrivania tra una ventina d’anni. Anche se a prima vista potrebbe sembrare una nuova cera di Madame Tussauds, in realtà è una statua realizzata dall’azienda britannica Fellowes, che ha dato a un team di ricercatori il compito di stilare l’identikit del collega del futuro. Emma è il risultato (poco incoraggiante) al quale sono giunti: la donna ha almeno sette malattie legate al lavoro in ufficio, alcune delle quali legate alla schiena.

Per evitare di finire nelle stesse condizioni la prevenzione è fondamentale. Bisogna innanzitutto prestare attenzione alla propria postura al lavoro. Quando si sta seduti a lungo davanti a un computer è necessario seguire la regola dei 90 gradi. La testa deve essere allineata al collo e i muscoli non devono essere in tensione.

È bene, poi, avere le spalle rilassate e rivolte verso il basso, mentre le braccia vanno comodamente appoggiate ai braccioli o alla scrivania fino a formare un angolo di 90 gradi con il gomito. Stessa cosa per le ginocchia: devono formare un angolo retto con le cosce, mentre i piedi vanno piantati bene a terra. Per favorire la corretta angolazione delle gambe e stimolare la circolazione, è possibile utilizzare un poggiapiedi. Occhio anche agli strumenti che si utilizzano. La scrivania dovrebbe essere alta circa 80 centimetri, mentre la distanza tra gli occhi e lo schermo va mantenuta tra i 40 e i 60 centimetri.

Una postura come questa evita inutili torsioni del collo e contrasta la tendenza a incurvare la schiena in avanti. Importantissima è anche la sedia. Lo schienale ergonomico deve essere regolabile sia in altezza che in inclinazione e seguire la naturale curvatura della spina dorsale. Meglio optare, infine, per un’imbottitura semi-rigida e in materiale traspirante.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1