Abitudini

Un giorno senza auto:
i benefici per la salute

Un giorno senza auto: <br />i benefici per la salute
Rinunciare alla fidata quattro ruote non è facile, ma i vantaggi che ne derivano sono molti, sia per l’ambiente che per il nostro organismo.

Un giorno senza auto:
i benefici per la salute

Rinunciare alla fidata quattro ruote non è facile, ma i vantaggi che ne derivano sono molti, sia per l’ambiente che per il nostro organismo.

Lo scorso 22 settembre è stata celebrata la Giornata mondiale senza auto, la ricorrenza istituita annualmente con l’obiettivo di ridurre, almeno per un giorno, la presenza di veicoli a motore per le strade delle città. Si tratta innanzitutto di una scelta ecologica attuata con l’obiettivo di abbattere l’inquinamento causato dal traffico, limitando in questo modo le emissioni di anidride carbonica che tanto danneggiano il pianeta. Ma i vantaggi ottenuti dall’adesione all’iniziativa non si riducono solo a quelli ambientali: sono infatti diversi i benefici per il nostro organismo. A renderlo noto è Giuseppina Di Stefano, medico fisiatra e coordinatrice di Fisiatria, Terapia fisica e Agopuntura del Centro Diagnostico Italiano di Milano, intervistata dal portale medico Ok Salute.

La specialista consiglia di rinunciare alla propria auto il più possibile, anche tutte le mattine, prediligendo l’utilizzo della bicicletta o, in caso di tragitti brevi, andando a piedi di buon passo. Soprattutto nelle zone cittadine, gli spostamenti che non coinvolgono l’uso della macchina possono essere effettuati percorrendo strade alternative, magari all’interno di un parco, evitando smog e traffico, per godere invece degli spazi naturali, ormai poco frequentati. Tra i benefici che l’assenza della quattro ruote apporta all’organismo, spiccano quelli relativi al benessere dell’apparato cardiocircolatorio, spesso soggetto a patologie più o meno gravi. La salute del proprio cuore può essere salvaguardata grazie all’esercizio fisico che, se svolto per almeno 30 minuti al giorno, costituisce una vera attività aerobica a supporto anche di polmoni e cervello.

Si tratta inoltre di un comportamento che funge da bruciagrassi naturale, soprattutto se la biciclettata o la passeggiata vengono svolte a stomaco vuoto, rifocillandosi una volta giunti in ufficio. In aggiunta, come detto, i benefici che si traggono dalla rinuncia alla fidata automobile riguardano anche la salute mentale: camminare e pedalare sono difatti attività che stimolano la produzione di endorfine, ossia gli ormoni deputati alla regolazione dell’umore, che quindi avrà livelli sicuramente più alti di quelli presenti in situazioni stressanti, come il cercare parcheggio o il muoversi in mezzo al traffico.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1