La salute

Una pelle più idratata
anche nei mesi freddi

Una pelle più idratata <br />anche nei mesi freddi
Le basse temperature tendono a seccare la cute, rendendola al tempo stesso disidratata, opaca e priva di morbidezza

Una pelle più idratata
anche nei mesi freddi

Le basse temperature tendono a seccare la cute, rendendola al tempo stesso disidratata, opaca e priva di morbidezza

L’inverno, e il freddo in generale, sortiscono un effetto negativo sulla pelle. Le basse temperature, infatti, tendono a seccare la cute, rendendola al tempo stesso disidratata, opaca e priva di morbidezza. Capita, così, di mettersi alla ricerca di soluzioni e rimedi in grado di restituirle la sua naturale lucentezza. Per superare al meglio i mesi freddi è sufficiente tenere a mente alcune indicazioni essenziali. Con le strategie giuste e i prodotti più efficaci prendersi cura dell’epidermide diventa un gioco da ragazzi.

Le misure preventive che garantiscono risultati importanti nel corso della stagione fredda sono numerose. La dermatologa statunitense Whitney Bowe, ad esempio, cita innanzitutto un umidificatore, in grado «sanificare», in un certo senso, gli ambienti interni.

Dal punto di vista scientifico, il motivo per cui la cute «tira» in modo fastidioso a partire dalla stagione autunnale è molto semplice. I laboratori di SkinCeuticals riconducono questo cambiamento al passaggio da un clima umido con temperature medio-alte come quello estivo a quello freddo e rigido dei prossimi mesi. Per il corpo diventa necessario evitare la dispersione di calore e l’accumulo di cellule morte in superficie. Ecco quindi che, a partire da queste settimane, la pelle si trova a dover lavorare molto di più e si riscopre stressata e sempre più secca. Se fuori casa il nemico numero uno è il freddo, dentro le mura domestiche è il riscaldamento a essere nocivo. Gli sbalzi di temperatura e il diverso grado di umidità tra i vari ambienti, infatti, non fanno che rendere ancora più grave lo stress e le screpolature di viso, labbra e mani. Tra le conseguenze, poi, c’è anche un significativo arrossamento, che indica un ulteriore stato di malessere della cute.

Le misure preventive che garantiscono risultati importanti nel corso della stagione fredda sono numerose. La dermatologa statunitense Whitney Bowe, ad esempio, cita innanzitutto un umidificatore, in grado «sanificare», in un certo senso, gli ambienti interni. Utilizzarne uno a casa oppure al lavoro può essere un buon punto di partenza. Altro consiglio da non sottovalutare, poi, è effettuare con regolarità un’esfoliazione della pelle, in particolare quella del viso. Quando la cute è secca, infatti, le cellule morte tendono ad accumularsi in superficie. Questo è particolarmente nocivo, perché impedisce che le creme idratanti possano penetrare correttamente attraverso i pori. Per prima cosa, quindi, va spalmato un paio di volte alla settimana un siero ricco di acido ialuronico o una formula che contenga degli antiossidanti. Una volta fatto questo e rimosse le cellule in eccesso, sarà possibile idratare la pelle in modo efficace attraverso una crema nutriente. Già dopo poche applicazioni i risultati diventeranno evidenti. Sebbene, poi, esistano prodotti specifici per ogni parte del corpo, la routine appena descritta rimane sempre valida per ogni angolo di pelle.

Fatte proprie queste pratiche, è bene capire come scegliere i prodotti migliori. Studiare la composizione è sempre una buona idea. In inverno, come spiegano gli esperti della Tom Ford Beauty, gli ingredienti dovranno essere più lipidici, in grado quindi di preservare il nostro naturale patrimonio d’acqua. Una crema che contenga degli oli essenziali, in questo senso, garantisce ottimi risultati. Ottimi, inoltre, sono l’acido ialuronico, che è in grado di preservare l’idratazione, e il burro di karité. Quest’ultimo è un tipico componente delle creme contro il freddo che viene ricavato dalla mandorla del cosiddetto «albero del burro». Il suo merito è quello di riparare la pelle dai danni subiti. Per proteggere la cute, poi, i semi di melograno sono un ingrediente segreto, anche perché contribuiscono alla produzione di collagene da parte dell’organismo. Ultimo elisir di bellezza è la pappa reale, che offre un vero e proprio tocco rivitalizzante e ripara con successo la barriera cutanea.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Benessere
  • 1