Interventi

Da vasca a doccia:
una scelta conveniente

Da vasca a doccia: <br />una scelta conveniente
Questa trasformazione è meno complicata di quanto si pensi: basta un intervento invasivo e rapido per guadagnare tanto spazio in bagno

Da vasca a doccia:
una scelta conveniente

Questa trasformazione è meno complicata di quanto si pensi: basta un intervento invasivo e rapido per guadagnare tanto spazio in bagno

Trasformare la vecchia vasca da bagno in una comoda doccia è l’ideale quando i materiali iniziano a deteriorarsi a causa delle insidie del tempo, ma anche nel caso in cui, con l’avanzare dell’età, si decida di rendere la casa più sicura, confortevole e spaziosa. Può essere una soluzione funzionale anche quando, insediandosi in un appartamento precedentemente abitato, si voglia personalizzare o rinnovare il bagno in modo economico e con una spesa contenuta.

I lavori di ristrutturazione sono più semplici e rapidi di quanto si creda: affidandosi a degli operatori specializzati sarà possibile effettuare l’intervento in un massimo di 16 ore di lavoro. In meno di due giorni, quindi, il nuovo impianto doccia potrebbe essere pronto per essere utilizzato.

Per realizzare la nuova doccia non è necessario disporre delle vecchie piastrelle del bagno. Basta scegliere i rivestimenti giusti. Oggi si prediligono materiali facili da pulire, esteticamente gradevoli e antimuffa: il gres porcellanato a effetto pietra, legno o cemento è tra quelli che vanno per la maggiore.

Per quanto riguarda i piatti doccia, negli ultimi anni sono sempre più apprezzati quelli ultrasottili: si tratta di prodotti in resina, in ceramica antigraffio o in acrilico con un telaio in acciaio inox dello spessore di circa quattro centimetri. Se lo spazio lo permette, è possibile installare anche piatti a filo pavimento, che eliminano le barriere architettoniche e sono estremamente eleganti e accessibili anche ai disabili e agli anziani.

Questa operazione è vantaggiosa sotto diversi punti di vista. Il guadagno è innanzitutto economico: a meno che non si decida di optare per una soluzione hi-tech, dotata di tecnologie avanzate e idromassaggio, la doccia è sempre meno dispendiosa della vasca, anche a livello di consumi. È possibile recuperare anche spazio, da impiegare in altro modo, magari per una lavatrice, un mobile o un lavatoio. Il consiglio è scegliere un piatto doccia di dimensioni inferiori a quelle della vasca, posizionando i rivestimenti a fianco al box.

L’operazione permette, infine, di personalizzare al massimo il risultato finale. Un sopralluogo da parte dei professionisti del settore consentirà di analizzare tutte le variabili e, con un po’ di fantasia, è possibile creare strutture originali e su misura, che si adattano perfettamente alle proprie esigenze. Un’idea può essere quella di mantenere una parte dei muretti di contenimento della vasca per sfruttarli come comode sedute all’interno della doccia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Casa
  • 1