Design

Il colore delle pareti
è amico dell’umore

Il colore delle pareti <br />è amico dell’umore
Ecco i consigli per sfruttare al meglio tinte e design dei nostri interni per favorire serenità e benessere psicologico.

Il colore delle pareti
è amico dell’umore

Ecco i consigli per sfruttare al meglio tinte e design dei nostri interni per favorire serenità e benessere psicologico.

La tonalità cromatica di una stanza influisce sull’umore. Proprio così. La teoria del colore cerca infatti di spiegare come gli esseri umani percepiscano il colore e come le diverse tonalità si relazionino tra loro. C’è un vasto corpo di ricerche che lo sostiene, collegando le tonalità calde - come il rosso e il giallo - a sentimenti di eccitazione e gioia. Al contrario quelle più fredde, come il blu e il verde, sono associate a calma e relax. Il primo consiglio è quello di decorare le pareti con colori che aiutino a incoraggiare lo stato d’animo che si vuole suscitare. In generale, comunque, si deve procedere con cautela: se l’effetto finale non è quello che ci attendevamo può essere impegnativo fare dei cambiamenti. È bene ricordare anche che le tinte molto brillanti e intense sono consigliabili per gli spazi comuni in cui si socializza, oppure in bagno o in cucina. Viceversa non sono le migliori per le stanze in cui si deve riposare, dove, piuttosto, sono preferibili colori che aiutino il rilassamento e il riposo.

Per quanto riguarda la scelta dei colori, per gli spazi comuni dove ci si vuole sentire allegri e pieni di energia, come ad esempio le cucine e gli ingressi, sono perfetti quelli caldi e luminosi. Gialli, arancioni e rossi sono infatti l’ideale per colorare le pareti e gli accessori. Il blu e il verde, invece, sono spesso associati all’acqua e alla natura e aiutano a incoraggiare la calma e la tranquillità. Si possono applicare queste tonalità rilassanti nelle camere da letto, nei bagni e in altri spazi che servono da rifugio personale. Ma c’è un ulteriore consiglio per ottenere un effetto riposante: bilanciare il blu e il verde ad altri colori neutri.

Se l’obiettivo, invece, è stabilire un senso di sicurezza, si consiglia di usare toni neutri come marrone o taupe. Ma si possono scegliere anche colori come il giallo senape, l’oliva smorzata e il malva per avere un effetto confortante simile al vero marrone. Queste tonalità calde e terrose funzionano bene nei salotti dove ci si riunisce spesso con amici e familiari. Ma si possono applicare anche le sfumature del nero e del viola. Perché? In primo luogo per evocare un senso di mistero e immaginazione. Sembra strano, ma possono rivelarsi colori perfetti per una camera. Ad esempio, tonalità profonde e drammatiche, come il carbone o il melanzana, possono avvolgere la stanza in una sensazione intima e accogliente.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Casa
  • 1