La tendenza

L’open space libera...
bellezza senza limiti

L’open space libera... <br />bellezza senza limiti
L’ispirazione deriva dal mondo dell’industria: dal Novecento è divenuto il format per una nuova e più efficiente articolazione dei luoghi produttivi

L’open space libera...
bellezza senza limiti

L’ispirazione deriva dal mondo dell’industria: dal Novecento è divenuto il format per una nuova e più efficiente articolazione dei luoghi produttivi

L’open space libera... <br />bellezza senza limiti
Il legno è capace di scaldare l’ambiente, il cemento, dall’altro, conferisce alla casa un tono da loft metropolitano

L’open space libera...
bellezza senza limiti

Il legno è capace di scaldare l’ambiente, il cemento, dall’altro, conferisce alla casa un tono da loft metropolitano

Negli ultimi anni il rinnovo di casa è stato spesso sinonimo di “open space”. Abbattere muri ed eliminare i confini della classica stanza continua a essere, infatti, la soluzione per eccellenza sposata dall’arredamento in stile contemporaneo, perché conferisce allo spazio maggiore ariosità e connessione.

Il concetto

L’ispirazione ad aprire gli spazi deriva, in realtà, dal mondo dell’industria, dove fin dall’inizio del Novecento è divenuto il format per una nuova e più efficiente articolazione dei luoghi produttivi. Il concetto di risparmiare tempo e spostamenti sul luogo di lavoro viene così applicato tra le mura domestiche, dove la zona giorno diventa il cuore pulsante dell’intera abitazione. A risultare lievemente sacrificata, in questo caso, è la cucina, che si riduce a una parte specializzata del soggiorno. Dotata di isola, l’area fornelli si affaccia direttamente sul tavolo da pranzo e, ancora oltre, sul salotto con divano e schermo piatto. In questo spazio per vocazione “multitasking” come le persone che lo abitano, infatti, vige la logica della fluidità, per cui i diversi ambiti si compenetrano con armonia a seconda della funzione ricoperta. Per chi sta valutando di adottare l’opzione open space è importante non solo avere un buon progetto da sviluppare, ma prima ancora analizzarne i pro e i contro.

Più serenità e relax

Lo spazio aperto, se ben progettato, riesce a trasmettere ad abitanti e ospiti una sensazione di distensione difficilmente riproducibile da una suddivisione classica. Oltre a farsi interprete del desiderio di condivisione senza filtri, l’open space ha il peculiare vantaggio di proiettarsi anche verso l’esterno, inglobando spesso le aree del giardino o della terrazza all’interno dell’ambiente abitato.

Più luce

Soprattutto nei loft che vedono protagoniste le vetrate, la luce naturale riesce a invadere letteralmente tutta la casa, valorizzandone arredo e complementi. Questa tipologia di gestione degli spazi si rivela ideale soprattutto nelle grandi città, dove gli ambienti sono più compressi. Qui gli open space rendono al meglio perché sulla stessa area vengono coniugate funzionalità differenti.

La novità — Benvenuto stile “rustrial”

Da alcuni anni lo stile industriale ha conquistato sempre più persone, tanto da diventare una delle tipologie di arredo più richieste. Ma se a questo si unisce la bellezza e la semplicità del legno non può che nascere l’ispirazione “rustrial”, che combina influenze rustiche e industriali. Si tratta di due anime diverse, ma che in casa trovano un perfetto equilibrio. Se, da un lato, il legno è capace di scaldare l’ambiente, il cemento, dall’altro, conferisce alla casa un tono da loft metropolitano.

Lo stile — La libreria, sospesa o modulare?

Un arredo indispensabile in ogni casa è la libreria, pronta ad accogliere non solo libri, ma anche dischi, piccoli complementi d’arredo e tutto ciò che in una stanza si vuol mettere in bella mostra. Oggi la libreria può entrare davvero in tutte le stanze: da quella più classica in soggiorno, fino a quella per i libri di scuola nella cameretta dei bambini. Oggi le soluzioni più in voga sono quelle che prevedono una libreria modulare, ovvero composta da un determinato numero di elementi componibili e da utilizzare a seconda degli spazi che si hanno a disposizione. Una scelta molto elegante è quella della libreria “sospesa”, creata da moduli che possono essere appesi alla parete come classiche mensole e disposti creando un gioco di linee e di forme che può essere ogni volta diverso.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Casa
  • 1