I consigli

Le regole per scegliere
il tappeto del salotto

Le regole per scegliere <br />il tappeto del salotto
Dalle dimensioni al colore, ecco i segreti per valorizzare il ruolo di questo elemento d’arredo all’interno del living

Le regole per scegliere
il tappeto del salotto

Dalle dimensioni al colore, ecco i segreti per valorizzare il ruolo di questo elemento d’arredo all’interno del living

Crea un’atmosfera accogliente, si sposa con qualsiasi stile di arredo ed è una soluzione facilmente reversibile: sono questi alcuni dei motivi per i quali il tappeto è così apprezzato da architetti e designer d’interni, che lo hanno spesso incoronato re del salotto. Nella zona living, questo elemento svolge un ruolo estetico più che funzionale, dando un tocco di calore, morbidezza ed eleganza all’ambiente. È però importante seguire alcune regole per sfruttarne al massimo i vantaggi stilistici.

Innanzitutto, la dimensione dev’essere proporzionata alla metratura del soggiorno. È fondamentale che non sia eccessivamente piccolo perché potrebbe trasmettere un senso di incompletezza e rendere la stanza poco attraente. Attenzione anche a non commettere l’errore opposto: se troppo grande, il rischio è avere un poco piacevole «effetto moquette». Una buona idea è lasciare una bella porzione di pavimento visibile lungo tutto il perimetro.

Scelte le dimensioni, è essenziale fare in modo che il tappeto si sposi con gli altri arredi del salotto. Le soluzioni possono essere due: o tutti gli altri elementi ruotano attorno al tappeto, che diventa protagonista al centro della stanza, o vengono semplicemente posizionati sopra. Per valutare il layout e farsi un’idea complessiva degli spazi è possibile usare del nastro adesivo o dei fogli di carta di giornale simulando così i perimetri.

Il divano è il re indiscusso del salotto ed è importante che dialoghi con il tappeto. Indipendentemente dalla forma, l’impatto visivo complessivo è armonioso se il tessuto spunta da entrambi i lati del sofà. Se le dimensioni non lo permettono, è comunque importante che i due piedini frontali entrino sul tappeto, per favorire un senso di continuità. Il segreto per far dialogare i due elementi è l’equilibrio: se il divano è molto decorato, meglio puntare su un tappeto essenziale e viceversa (a meno che lo stile del living non sia un ortodosso minimalismo).

La scelta della forma dipende poi dall’effetto visivo che si vuole ottenere. Un tappeto rettangolare dà alla stanza armonia, ordine ed eleganza. Le linee curve (ovali, cerchi, ecc...) invece rendono l’atmosfera calda e dolce. Quelle asimmetriche spezzano la monotonia donando un tocco di modernità e originalità al salotto. Il colore deve infine comunicare con la palette utilizzata all’interno del living: si può optare per la continuità, scegliendo una sfumatura che non si discosta da arredi, pavimenti e pareti, oppure scegliere per l’effetto «wow», con una nuance a contrasto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Casa
  • 1