L’intervista

«Oggi dalla cantina
controllo il forno»

«Oggi dalla cantina <br />controllo il forno»
Linda Bellani è disegnatrice d’interni e oggi è impiegata in veste di consulente di Nimis Noranco

«Oggi dalla cantina
controllo il forno»

Linda Bellani è disegnatrice d’interni e oggi è impiegata in veste di consulente di Nimis Noranco

Loading the player...
GUARDA IL VIDEO!

Linda Bellani, che ha conseguito una formazione come disegnatrice d’interni, oggi è impiegata in veste di consulente di Nimis Noranco, negozio specializzato nella vendita e nell’installazione di elettrodomestici e cucine. E racconta al Corriere quali sono le novità dell’ultima generazione di apparecchi intelligenti per la casa e su cosa ci aspetta in futuro.

Bellani, cosa sta succedendo?

«La tecnologia oggi permette di ‘comandare’ gli elettrodomestici tramite lo smartphone, con delle app. Fino a qualche anno fa era impensabile, ma oggi il wifi e la facilità nella trasmissione dei dati stanno portando varie marche allo sviluppo di sistemi di gestione alla portata di tutti».

Che vantaggi ci sono?

«Molti. Per esempio: sono in cantina e devo controllare il forno? Un’occhiata alla mia app e senza dover fare tre piani di scale posso regolare o interrompere la cottura. Stesso discorso per la lavatrice. Ma non solo: alcuni apparecchi, come forni o frigoriferi, hanno telecamere interne che mostrano il contenuto sullo schermo del proprio telefono: sto facendo la spesa al supermercato e non ricordo se ho ancora latte in frigo? Anche qui, basta lo smartphone».

Cos’è cambiato, tecnicamente?

«Un tempo dovevano essere realizzati collegamenti tramite cavi, gli impianti erano complessi, costosi e richiedevano parecchio materiale. La diffusione di connessioni wifi domestiche rende tutto più semplice e meno costoso, anche la struttura è molto più snella e veloce».

E in futuro?

«La gestione dei guasti farà passi da gigante: i dispositivi potranno eseguire la diagnostica per conto loro e comunicare i risultati all’assistenza, che a questo punto potrà intervenire in modo mirato e più efficace. C’è molto altro, però: come lo sviluppo di protocolli standard che permetteranno di gestire sistemi di marche differenti da un’unica app».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Casa
  • 1