Come fare

Più benessere in casa
coi purificatori d’aria

Più benessere in casa <br />coi purificatori d’aria
Eliminare acari e microrganismi dalla propria abitazione, e respirare meglio, grazie alle nuove tecnologie

Più benessere in casa
coi purificatori d’aria

Eliminare acari e microrganismi dalla propria abitazione, e respirare meglio, grazie alle nuove tecnologie

Nonostante le pulizie, anche molto frequenti, nelle nostre case proliferano acari, batteri, funghi e muffe. Anche l’anidride carbonica, prodotta quando cuciniamo sul fornello o accendiamo il riscaldamento, può avere un impatto negativo su chi soffre di asma e allergie, così come le vernici di pareti e mobili. Secondo una recente ricerca, non a caso, l’aria in casa può arrivare ad essere fino a sette volte più inquinata di quella esterna. Ecco perché è bene fare proprie una serie di abitudini quotidiane virtuose e – in caso di necessità - dotarsi di un purificatore per ambiente. Nelle ultime settimane si è verificato un vero e proprio boom di vendite di questi apparecchi, che possono realmente aiutarci nell’igienizzare la casa.

Per eliminare gran parte di questo inquinamento può bastare un frequente ricambio d’aria. Aprendo le finestre due o tre volte al giorno per una manciata di minuti, anche in inverno, il risultato sarà tangibile. In estate, specie se non c’è corrente, è consigliabile aumentare il giro d’aria, specie se abbiamo pulito la casa con sostanze a base di alcol.

Una soluzione ancora più efficace è rappresentata dai purificatori d’aria. Questi apparecchi sono dotati di una ventola che richiama l’aria e di filtri che la restituiscono depurata. Optando per i modelli con tecnologia ad alta efficienza Hepa, oppure per quelli che si avvalgono degli ioni, la qualità dell’ossigeno non potrà che migliorare considerevolmente. Altri, invece, utilizzano l’altrettanto efficace tecnologia a raggi ultravioletti. Si tratta il più delle volte di strumenti portatili, che è possibile spostare da una stanza all’altra. La loro efficienza è estremamente variabile: può coprire, nei modelli più costosi, anche stanze di 30 metri quadrati.

L’acquisto di questi dispositivi, tuttavia, non risolve per sempre il problema. Ogni fornitore da delle precise indicazioni su come pulire i filtri o eventualmente sostituirli. Il rischio, per chi non effettua un’adeguata manutenzione, è che i dispositivi rilascino le sostanze nocive che hanno aspirato.

Un’altra soluzione di grande utilità sono i sistemi di ventilazione meccanica controllata. Provvedendo al ricircolo dell’ossigeno, infatti, eliminano gli inquinanti e filtrano l’aria esterna da polveri e pollini. L’ideale, insomma, per chi soffre di allergie. Persino termostati e climatizzatori di ultima generazione, infine, hanno incorporati dei sistemi di monitoraggio della qualità dell’inquinamento. In particolare i termostati mantengono il clima ideale salvaguardando i livelli di umidità e la temperatura, mentre i climatizzatori utilizzano un sistema di ionizzazione capace di ripulire l’aria.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Casa
  • 1