I consigli

Ristrutturare vuol dire
anche valorizzare

Ristrutturare vuol dire <br />anche valorizzare
Una volta chiarite le proprie disponibilità, sarà molto più semplice anche relazionarsi con le ditte che effettueranno gli interventi

Ristrutturare vuol dire
anche valorizzare

Una volta chiarite le proprie disponibilità, sarà molto più semplice anche relazionarsi con le ditte che effettueranno gli interventi

Non di rado capita di dover effettuare lavori di ristrutturazione. Che si tratti di una storica casa per le vacanze oppure di un’abitazione appena acquistata, è necessario sapere come muoversi, per evitare costi eccessivi e lunghi tempi di realizzazione. Il primo consiglio è, ovviamente, quello di rivolgersi ai professionisti del settore. Ci sono però una serie di indicazioni imprescindibili, capaci di semplificare notevolmente qualsiasi intervento.

Innanzitutto è bene decidere un tetto massimo di spesa. È ovvio che la completa ristrutturazione di un immobile non è mai economica. Una volta chiarite le idee sulle proprie disponibilità, sarà molto più semplice anche relazionarsi con le ditte che effettueranno gli interventi.

In secondo luogo si dovranno prendere in considerazione le spese essenziali per rendere l’immobile agibile, o più conforme alle proprie esigenze. Sotto questa voce rientrano, ad esempio, gli investimenti legati ai grandi elettrodomestici. Tra gli ambienti da privilegiare, quando si tratta di ristrutturazioni, c’è sicuramente la cucina. Il piano cottura è il primo punto da affrontare. Che si scelga una soluzione tradizionale a gas oppure un modello a induzione, poco importa: averlo è imprescindibile. Se si opta per la seconda, tuttavia, è bene ricordarsi che spesso richiede l’acquisto di tegami specifici. Per quanto riguarda il forno, invece, un consiglio utile è quello di posizionarlo a mezza altezza. In questo modo sarà molto più comodo da raggiungere e non sarà necessario abbassarsi: un accorgimento da non sottovalutare, specie quando si armeggia con teglie bollenti e cene importanti.

Completano questo ambiente anche il frigo e la lavastoviglie, che sempre più designer suggeriscono di installare «ad incasso», perché meno ingombranti. Per chi ha più spazio a disposizione, poi, è consigliabile completare il proprio spazio cucina con una bella penisola con banco, dove preparare i propri ingredienti o semplicemente appoggiare gli accessori.

Progettando un nuovo bagno, poi, sarà necessario capire come suddividere gli spazi, in base agli attacchi all’impianto idrico. L’eterno binomio tra doccia e vasca da bagno, poi, non è solo una questione di consumi. Come si sa, infatti, una vasca richiede più acqua e relativo gas per riscaldarla: tutti sinonimi di spese aggiuntive. Certo, una vasca con idromassaggio o realizzata con materiali pregiati può essere l’accessorio decisivo. Se lo spazio a disposizione è poco, però, rappresenta uno sfizio che forse è il caso di evitare.

Camera da letto e soggiorno sono altri due ambienti essenziali della casa, dove lo spazio è dominato rispettivamente da letto e divano. Il consiglio, qui, è di sceglierli in base alla metratura delle stanze. Nel caso in cui si tratti di un casale in montagna, invece, riempirlo con un set di poltrone potrebbe essere una scelta più che azzeccata.

Archiviato l’essenziale, ci si può dare alle spese accessorie per la personalizzazione dell’immobile. Fanno parte di questa categoria tutte quelle trovate architettoniche in grado di rivoluzionare ogni ambiente, come vetrate, soppalchi e tecniche alternative di suddivisione. Le pareti in vetro, in questo senso, non passano mai di moda. L’aiuto di un architetto può aiutarci ad individuare nuove potenzialità per l’immobile, ma è sufficiente sfogliare qualche rivista per lasciarsi ispirare da creazioni già esistenti.

L’INTERVISTA

Ristrutturare vuol dire <br />anche valorizzare
«Avere le idee in chiaro sui lavori»

«Il restauro o la ristrutturazione totale di una casa possono essere motivo di forte stress o, al contrario, il momento in cui dare vita alla casa dei propri sogni. La differenza? La possibilità di avere a fianco un partner qualificato che possa offrire consulenza e i giusti consigli». Ne è convinto Nicolò Garganigo, responsabile di webcasa24.ch, il portale ticinese punto di riferimento per tutti coloro che vogliono realizzare lavori in casa.

Come trovare il partner giusto?

«Per prima cosa è bene avere le idee chiare prima ancora di partire con l’intervento di restauro o di ristrutturazione. Il web può aiutare e noi di webcasa24 abbiamo voluto sfruttare al meglio le possibilità offerte da internet. Per questo abbiamo messo a disposizione, in maniera del tutto gratuita, guide pratiche, listini prezzi indicativi, un magazine con idee e consigli e una piattaforma con articoli di approfondimento per dare davvero a tutti la possibilità di immaginare già come sarà la loro nuova casa al termine dei lavori».

Prima, però, li si devono realizzare.

«Certo. In questo caso il consiglio, per quanto possa sembrare solo semplice buon senso, è quello di affidarsi a professionisti del settore e a ditte specializzate negli interventi richiesti: solo in questo modo si ha la sicurezza che i lavori vengano svolti a regola d’arte».

A volte lo sforzo economico fa desistere dall’avvio dei lavori...

«Si tratta di trovare il partner giusto. E con webcasa24 abbiamo ideato i buoni ristrutturazione come incentivo, per un totale di 275mila franchi. Si possono scaricare dal nostro sito e riguardano sei categorie di interventi. Al cliente non resta che scegliere: webcasa24 fornirà una prima consulenza e, in seguito, lo metterà in contatto con tre ditte, rigorosamente ticinesi e di comprovata esperienza, che gratuitamente forniranno il loro preventivo. Se troverà quello adatto, potrà utilizzare il suo bonus sconto, risparmiando fino a 10mila franchi».

Loading the player...
L’importanza del sopralluogo da parte dei professionisti — GUARDA IL VIDEO!
Ristrutturare vuol dire <br />anche valorizzare

LA TENDENZA

Marmo o cemento i materiali arredano

Per le pareti

Nel mondo dell’arredo a fare la differenza sono spesso i dettagli. Quando si ristruttura casa un occhio di riguardo va dedicato alle pareti. Le nove tendenze parlano chiaro: non bastano i colori per arredare un’ambiente, bisogna puntare sui materiali. Per dare un tocco in stile «industriale» si può optare per finiture in cemento. Chi invece ama il rustico apprezzerà sicuramente le pietre a vitsa. Da non sottovalutare, infine, la carta da parati, tornata di moda negli ultimi anni.

Per i pavimenti

Il pavimento definisce l’anima di un ambiente e la scelta va ponderata. Il legno è un materiale caldo, che non passa mai di moda. Chi adora il classico non può prescindere dal marmo. Ma il gusto moderno ama soprattutto il gres porcellanato, funzionale ed esteticamente impeccabile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Casa
  • 1