Le strategie

Una casa ordinata
migliora la vita

Una casa ordinata <br />migliora la vita
Ci si rilassa meglio, si diventa creativi, gli oggetti durano più a lungo... ecco tutti i benefici di una casa impeccabile

Una casa ordinata
migliora la vita

Ci si rilassa meglio, si diventa creativi, gli oggetti durano più a lungo... ecco tutti i benefici di una casa impeccabile

In una casa pulita e ordinata si vive meglio, non solo psicologicamente ma anche fisicamente: se l’ambiente tra le nostre quattro mura è impeccabile, ci sarà meno polvere e quindi si respirerà un’aria letteralmente più sana. È risaputo, poi, che quando ci troviamo in un luogo privo di caos, l’organismo riduce la produzione del cortisolo, l’ormone dello stress. Sarà anche per questo che lo stile minimalista è tra i preferiti per l’architettura d’interni: mette in risalto la luce naturale sfruttando materiali moderni come il vetro e il metallo, privilegiando colori chiari.

Loading the player...
GUARDA IL VIDEO — Fare ordine senza stress, la vita è più bella in una casa pulita e ordinata

Il particolare stile architettonico, inoltre, favorisce la creazione di spazi logici, rendendo più intuitivo il nostro movimento tra le quattro mura domestiche. Già, ma come mantenere in perfetto stato il nostro appartamento? Quando si pensa a questo tema, il pensiero va all’autrice del bestseller «Il magico potere del riordino». Il metodo giapponese è stato ribatezzato KonMari, dal nome della sua ideatrice, Marie Kondo. Al primo punto della sua filosofia quello di eliminare il più possibile. Via quindi cianfrusaglie e vestiti che non sono più utilizzati.

Una casa ordinata <br />migliora la vita

Un passo importante del metodo nipponico consiste nel capire quali siano gli oggetti che ci trasmettono «gioia», osservandoli attentamente e salvando solo questi dal cestino. La priorità va data alle categorie di oggetti, non alla stanza o alla posizione all’interno della casa. In quest’ultimo caso, secondo l’autrice, si cade troppo facilmente nel semplice spostamento degli oggetti da un locale all’altro.

Ma non è tutto: un’altra tecnica molto popolare di «declustering» arriva dagli Stati Uniti, «Flylady»: in questo caso si fa un piccolo passo ogni giorno, riassettando una stanza dopo l’altra e dividendo il «progetto» in «missioni». Che si scelga una strada o l’altra, una cosa è certa: per la nostra salute e il nostro benessere, dobbiamo assolutamente liberarci di ninnoli e vecchie riviste, vestiti inutilizzati o lisi, profumi e detersivi datati e stoviglie sbeccate...

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Casa
  • 1