Idee

Una mini-palestra
tra le mura domestiche

Una mini-palestra <br />tra le mura domestiche
Non bisogna rinunciare all’allenamento, ma serve creare un luogo confortevole, illuminato e funzionale per i propri esercizi

Una mini-palestra
tra le mura domestiche

Non bisogna rinunciare all’allenamento, ma serve creare un luogo confortevole, illuminato e funzionale per i propri esercizi

Per molti una corsetta all’aria aperta o un salto in palestra sono una vera e propria boccata d’ossigeno in mezzo alla routine quotidiana. In settimane in cui non è possibile uscire di casa, non è però detto che si debba rinunciare all’allenamento. Di certo non si potrà allestire una palestra professionale, ma senza spendere molto o acquistare attrezzi, si può ricavare il proprio angolino per l’attività fisica anche tra le mura domestiche.

Oggi sul web, o in specifiche appplicazioni per lo smartphone, si trovano tante videolezioni o programmi di allenamento da eseguire in casa La scelta e le caratteristiche dell’ambiente in cui allenarsi dipendono anche dal tipo di esercizi che si vogliono fare. Le esigenze di chi fa yoga sono diverse da quelle di chi durante l’allenamento salta la corda. L’importante è trovare un proprio spazio e renderlo confortevole e funzionale.

Il consiglio è scegliere un angolo della casa e allenarsi sempre lì. In questo modo ci si crea un’abitudine e verrà naturale ritagliarsi un po’ di tempo ogni giorno per l’attività fisica. Inoltre, si possono posizionare degli oggetti che rimarranno sempre fissi e saranno già pronti all’uso. Uno di questi può essere uno specchio, per controllare se si stanno facendo bene alcuni esercizi e posizioni, oltre che monitorare i miglioramenti dopo ogni sessione.

Può inoltre sicuramente aiutare un po’ di musica. Per chi la possiede, la soluzione migliore è una cassa bluetooth, funzionale e poco ingombrante, ma si può anche spostare l’impianto audio di casa nel nostro angolo palestra per questo periodo. Si può scegliere di fare esercizio fisico in salotto, nello studio, in garage o in mansarda, ma si deve comunque cercare di farlo in un ambiente in cui sono presenti finestre, per poter arieggiare una volta finita la sessione. È inoltre importante che ci sia una buona illuminazione naturale o luce artificiale calda e soffusa, e che la temperatura resti compresa fra i 18 e 20 gradi, con umidità media.

Bene anche avere un tappetino sopra cui stare se si ha bisogno di sedersi o stendersi per terra, oltre che asciugamani puliti pronti per ogni allenamento. Un armadio compatto (ma anche una cassapanca o un pouf con contenitore), da posizionare al muro, sarà perfetto per contenere tutti quei piccoli attrezzi che si usano nel corso della sessione e permetterà di riporli in maniera ordinata dopo l’utilizzo, per avere l’ambiente di nuovo disponibile per altre funzioni. Bisogna però valutare non soltanto l’ingombro di ciò che si colloca nel proprio angolo-palestra, ma anche lo spazio necessario per muoversi comodamente e utilizzare bene ogni attrezzo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Casa
  • 1