logo

Frontalieri, non c'è fretta

COMMENTO DI MORENO BERNASCONI SULL'ACCORDO FISCALE TRA SVIZZERA E ITALIA

Archivio CdT
 
16
maggio
2018
06:00
Moreno Bernasconi

di MORENO BERNASCONI - Si sa che in diplomazia l'arte di frenare o accelerare può essere essenziale per difendere gli interessi di un Paese. Prendiamo un esempio che ci tocca da vicino. Nelle trattative per la revisione dell'Accordo sulla doppia imposizione fiscale con la Svizzera, l'Italia – conscia che l'accettazione da parte elvetica dei nuovi standard OCSE contro l'evasione fiscale le avrebbe permesso di ottenere ciò che voleva da Berna senza fare grandi...

Riservato agli abbonati   

L'articolo che vuoi leggere è riservato agli abbonati

Prossimi Articoli

Il sadico di Romont trent’anni dopo

IL COMMENTO DI SACHA DALCOL

Il PLR, la scuola e il movimentismo ignorato

IL COMMENTO DI GIANNI RIGHINETTI

Edizione del 21 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top