logo

Un tranquillo autunno senza Nobel

keystone
 
11
ottobre
2018
06:00
Matteo Airaghi

di MATTEO AIRAGHI - Chissà se, come l'estate senza sole in cui Mary Shelley scrisse «Frankenstein», anche questo autunno rimarrà nella storia della letteratura come quello dell'anno senza Nobel. Ne dubitiamo: non solo perché non si tratta della prima volta ma anche perché stavolta cause e conseguenze della provvisoria sospensione del riconoscimento letterario più ambito del mondo sono molto diverse. D'altronde non è che, a parte i lamenti di prammatica di qualche...

Riservato agli abbonati   

L'articolo che vuoi leggere è riservato agli abbonati

Prossimi Articoli

Ci vorrebbe il battipanni della nonna

L'EDITORIALE DI BRUNO COSTANTINI

Uno scudo per le vittime della barbarie

L'EDITORIALE DI OSVALDO MIGOTTO

I socialisti ce la faranno il 7 aprile?

L'EDITORIALE DI FABIO PONTIGGIA

Edizione del 21 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top