La contesa nel ginepraio della Libia

La contesa nel ginepraio della Libia

La contesa nel ginepraio della Libia

di ALESSANDRO LETO - La questione libica può essere vista da due diverse prospettive: internazionale e interna, e la recente conferenza di Palermo ha richiamato questa dualità. Dal punto di vista internazionale la conferenza ha risentito degli effetti del cambiamento in corso d'opera di ritmo e di direzione: nata infatti anche come risposta italiana al fallito vertice di Parigi in cui i francesi cercarono di assumere la leadership esclusiva del processo di pacificazione, è stata reinterpretata strada facendo come occasione inclusiva a trazione europea. L'UE era ben rappresentata, così come i Paesi euromediterranei, la Svizzera e la Russia, e tutti insieme hanno avuto l'occasione di confrontarsi ufficialmente con le controparti interne libiche e con le potenze regionali che le supportano. Restano...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti CdT
  • 1