Moutier fra rabbia e pazienza

L'EDITORIALE DI GIOVANNI GALLI

Moutier fra rabbia e pazienza

Moutier fra rabbia e pazienza

di GIOVANNI GALLI - Ilsenso di frustrazione che serpeggia dopo il clamoroso annullamento del voto di Moutier è comprensibile e va al di là degli steccati che continuano a dividere separatisti e antiseparatisti. La consultazione popolare del 18 giugno 2017 doveva essere il punto culminante di un paziente lavoro di rappacificazione e di un'esemplare soluzione politica per suturare punto per punto, con votazioni a cascata, una ferita aperta settant'anni prima e mai del tutto rimarginata con la creazione del Canton Giura, nel 1978. Sin dagli anni Ottanta, Moutier è stata il simbolo delle scosse di assestamento e dei cambiamenti di confini che hanno interessato la parte francofona rimasta nel Canton Berna. Per quanto sorretta da una maggioranza risicata di soli 137 voti e per quanto fossero noti...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti CdT
  • 1