Quel sogno chiamato medaglia

IL COMMENTO DI FERNANDO LAVEZZO SUI MONDIALI DI HOCKEY

Quel sogno chiamato medaglia
Patrick Fischer.

Quel sogno chiamato medaglia

Patrick Fischer.

di FERNANDO LAVEZZO - È stato chiesto a Patrick Fischer di chiudere gli occhi e di fissare in un'immagine il momento più bello di giovedì sera, della storica vittoria sulla Finlandia che ci ha portato per la quarta volta in una semifinale mondiale dopo quelle del 1992, del 1998 e del 2013. Lui gli occhi li ha chiusi per davvero. E non ha avuto dubbi. Il momento più bello è stato l'ultimo. I secondi che passano lenti, il cuore che batte a mille all'ora, il disco che finalmente esce dal terzo, la sirena che suona e libera i sogni più grandi. I suoi ragazzi che si abbracciano, il vice Christian Wohlwend che lo scuote, i suoi genitori in tribuna con gli occhi lucidi. «Spero di raccontarvi la stessa identica storia dopo la sfida con il Canada», ha aggiunto l'ex tecnico del Lugano. Questa sera a...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti CdT
  • 1