Se i robot ci mangiano l'anima

Se i robot ci mangiano l'anima

Se i robot ci mangiano l'anima

di CARLO SILINI - È difficile decidere quale fra i due scenari futuristici presentati nel primo piano di oggi curato da Mariella Delfanti (leggi i servizi alle pagine 2 e 3) metta più a disagio. Da una parte abbiamo infatti uno studioso, Mark O'Connell, che esamina criticamente le mirabolanti promesse scientifiche dei cosiddetti «transumanisti». Il transumanesimo è una corrente di pensiero secondo la quale fra venti o trent'anni sarà possibile trasferire su un supporto elettronico i meccanismi di base del cervello umano. Il futuro della specie – sostengono i suoi paladini – comporterà un abbandono in massa dei nostri corpi biologici permettendo alla pura intelligenza di propagarsi per tutto l'universo. Arduo cogliere sino in fondo le conseguenze di questa dottrina, che si vuole schiettamente...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti CdT
  • 1