Un tranquillo autunno senza Nobel

Un tranquillo autunno senza Nobel

Un tranquillo autunno senza Nobel

di MATTEO AIRAGHI - Chissà se, come l'estate senza sole in cui Mary Shelley scrisse «Frankenstein», anche questo autunno rimarrà nella storia della letteratura come quello dell'anno senza Nobel. Ne dubitiamo: non solo perché non si tratta della prima volta ma anche perché stavolta cause e conseguenze della provvisoria sospensione del riconoscimento letterario più ambito del mondo...

©CdT.ch - Riproduzione riservata

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri la promozione di lancio di CdT.ch.

Abbonati a 1.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

Ultime notizie: Commenti CdT