La moda dilaga in tutte le città europee da quando la loro gestione si fa tramite «app». Uno sciame di monopattini elettrici (i cosiddetti «Trotti», in svizzero-tedesco stretto) fionda ormai per le strade: spesso in modo caotico (e capitano anche incidenti gravi). Il problema di una regolamentazione che chiarisca in modo rigoroso le norme della loro circolazione (strada/marciapiede/zone pedonali/ piste ciclabili) e dove e come parcheggiarli dopo l’uso si pone in modo impellente ovunque e Zurigo ha dovuto correre ai ripari emanando precise direttive: il loro posto non è sul marciapiede ma sulle piste ciclabili e laddove esse non esistono è sulla strada. Nelle zone pedonali sono ammessi eccezionalmente dove sono già ammesse le biciclette. Ma al di là delle regole da rispettare, i «Trotti» convengono?...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1