Il commento Tarcisio Bullo

Addio Doris, una «Dura» dal mentale inossidabile

Il commento di Tarcisio Bullo sulla scomparsa dell’ex sciatrice De Agostini

Image

La ragazza del treno è salita sul vagone per l’ultimo viaggio, che purtroppo sarà senza ritorno. L’inattesa notizia della scomparsa di Doris De Agostini è una scudisciata dolorosa che ingrigisce una soleggiata domenica d’autunno. Viene in mente Ungaretti, e quei versi brevi ispirati dalla guerra, dedicati ai soldati, ma invece universali: «Si sta come/ d’autunno/sugli alberi/le foglie». La fragilità delle nostre esistenze, il male che può manifestarsi d’improvviso riuscendo a spezzare anche i più forti.

E quant’era forte, la ragazza del treno! La ragazza che ci ha fatto sognare in gioventù, che ha illuminato le nostre giornate davanti alla tv al seguito della Coppa del mondo, che ci ha regalato brividi ed emozioni a grappoli. Doris era la ragazza del treno perché quel mezzo di trasporto, siamo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1