La quiete di Ferragosto è stata turbata da notizie allarmanti sul futuro dell’aeroporto di Lugano, che sembrano invalidare molti dei progetti di rilancio elaborati negli ultimi anni. È sempre più difficile trovare una compagnia aerea disposta ad effettuare voli di linea da Lugano per Zurigo e Ginevra. La pista corta e il sistema inadeguato per l’atterraggio strumentale con ogni tempo scoraggiano gli operatori maggiori, lasciando solo piccole compagnie che hanno difficoltà ad assicurare la regolarità dei voli. Già da tempo molti utenti sono costretti ad evitare Agno se hanno appuntamenti importanti. Io stesso lo uso volentieri per le vacanze, ma raramente per affari. Naturalmente Agno serve anche l’aviazione generale, ma molti si chiedono se questa basterà a sostenere economicamente lo scalo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1