finanze federali Giovanni Galli

Andiamoci piano con i soldi della BNS

L’editoriale di Giovanni Galli

Image

Una delle scene più esilaranti del film satirico «Qualunquemente», è quella in cui il comico Antonio Albanese, alias Cetto La Qualunque, imprenditore spregiudicato e aspirante sindaco di un comune calabrese, si lancia in una serie ardita di promesse elettorali durante un dibattito televisivo. «Aboliremo anche l’ICI» (n.d.r. l’Imposta comunale sugli immobili), dice nello slancio. «Ma se è già stata abolita», gli ribatte il suo avversario. «L’aboliremo di nuovo. Abolita due volte!», la risposta del protagonista, con sfrontata nonchalance. Questa battuta è tornata alla mente durante l’ultima sessione delle Camere federali, quando il Consiglio nazionale ha approvato nello slancio, una dopo l’altra, due mozioni sull’impiego dei proventi della Banca nazionale destinati alla Confederazione. Una chiede...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1