FOGLI AL VENTO Michele Fazioli

Aria d’inverno

La rubrica di Michele Fazioli

Image

È iniziato l’inverno. Ogni volta che accade mi colpisce il fatto che l’inverno cominci proprio quando il solstizio annuncia che la luce riprende a crescere, anche se di pochissimo, ogni giorno. La stessa cosa accade, al contrario, dopo il 21 giugno, quando inizia l’estate. È la dimostrazione cosmica del principio filosofico secondo il quale dentro l’inizio di ogni cosa è già scritta in modo impercettibile la sua fine. Sto scoprendo l’acqua calda, come si usa dire, eppure fa effetto questa co-presenza di inizio e fine dentro il giro delle stagioni, che è poi l’ineffabile gioco del tempo. Del resto, a guardar bene, quando uno nasce, comincia a morire. Nel senso che da quel momento il tempo di vivere dato dal destino inizia ad accorciarsi. Detto ciò, lunga vita a tutti, con l’augurio di un nuovo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1
    Taca la bala

    Gianni, l’amico degli africani

    Gli stratagemmi di Infantino per assicurarsi un numero importante di delegati in vista di una sua rielezione nel Congresso FIFA 2023

  • 2
  • 3
    L’editoriale

    Un problema di modi, metodo e idee

    Dal no al «superamento dei livelli» a scuola all’immobilismo della politica - L’editoriale del vicedirettore Gianni Righinetti

  • 4
    IL COMMENTO

    Lo sguardo che ti inchioda di Czeslawa

    Oggi è il giorno della Memoria – Per Prisca Dindo, le gite scolastiche nei luoghi del Male dovrebbero essere obbligatorie – Ecco il racconto del suo viaggio ad Auschwitz e Birkenau

  • 5
    L’editoriale

    Quei capitomboli verso l’orrore

    Nel Giorno della memoria si moltiplicano le iniziative per non dimenticare - Il rischio, di fronte a così tanti eventi, è l’assuefazione - Ma per evitare gli errori di un tempo dobbiamo imporci di capire (e di soffrire)

  • 1