l’editoriale Gerardo Morina

Biden e l’anima sfuggente di Putin

L’editoriale di Gerardo Morina sul summit USA-Russia

Image

Nella cornice potenzialmente idilliaca del lago di Ginevra s’incontrano per la prima volta due entità che più diverse non potrebbero essere: da una parte il dopo-Trump della nuova presidenza USA rappresentata da Joe Biden e dall’altra la ormai più che decennale presidenza autarchica della Federazione russa incarnata da Vladimir Putin. L’ultimo incontro fra i due risale a dieci anni fa quando Biden, allora vicepresidente di Barack Obama, ebbe un faccia a faccia diretto con lo «zar» Putin. Biden non nascose le sue impressioni sull’interlocutore e disse: «Mi sembra che non possegga un’anima». Putin gli replicò: «Vedo che c’intendiamo perfettamente».

Il contorno dell’incontro di domani è evocativo e storico: proprio sulle sponde del Lemano ebbe luogo trentasei anni fa il vertice che vide riuniti,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1