L’editoriale Fabio Pontiggia

Bilaterali, lavoro e salari in Ticino

L’editoriale del direttore Fabio Pontiggia sulla votazione del 27 settembre

Image

Negli ultimi anni della libera circolazione delle persone tra Svizzera e Stati dell’UE il Ticino ha subito una forte pressione sui salari. All’inizio e per un bel po’ non era così. Ma poi sì. E non in anni di recessione, bensì di crescita economica. È un problema serio, perché mette molte persone e famiglie in difficoltà e rischia di minare la solidità sociale del Paese e la fiducia nel futuro. Per risolverlo dobbiamo abolire la libera circolazione? Molti ticinesi, la maggioranza, ne sono convinti: pensano che sopprimendo l’Accordo bilaterale la pressione sui salari svanirebbe e che tutti noi potremmo tirare finalmente un sospiro di sollievo dopo 18 anni di apertura (regolata) del mercato del lavoro e recuperare in fretta il terreno perso ultimamente. Temiamo fortemente che si sbaglino. E che...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1