Coronavirus Fabio Pontiggia

Buonsenso necessario dal basso e dall’alto

L’editoriale del direttore Fabio Pontiggia

Image

Saremo franchi, con parole che non piaceranno a tutti. Ma non vorremmo un domani doverci vergognare dei silenzi di oggi. Non spetta ai non esperti dire quali provvedimenti restrittivi siano più efficaci dal profilo sanitario: chi non ha le competenze tecniche parla a vanvera. È però un nostro diritto, anzi un dovere, richiamare gli esperti e chi, da loro consigliato, deve decidere, al rispetto del limite oltre il quale una democrazia, uno Stato di diritto, una società aperta non possono essere trascinati nemmeno nell’emergenza sanitaria. I diritti fondamentali non sono alienabili né comprimibili. Non funzionano a corrente alternata. Restano perennemente alimentati dall’energia della Costituzione, che non ha interruttori. Importa poco se in una parte della popolazione emerge una gioiosa predisposizione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1