il commento Giovanni Barone Adesi

Carlo Magno e la crisi dell’Ue

Il commento di Giovanni Barone Adesi, professore all’Università della Svizzera italiana

Image

Dodici secoli fa Carlo Magno, avendo unificato l’Europa, ne fu proclamato imperatore. Tutti conoscono questa storia, ma non tutti sanno che il titolo comportava molta gloria e poco reddito. I potenti feudatari locali rifiutavano infatti di pagare tasse a Carlo, ma si aspettavano che questi garantisse la sicurezza collettiva.

Il povero imperatore non aveva nemmeno un palazzo, ma girava con la sua corte, principalmente nelle pianure del Nord Europa, ricevendo molti questuanti e pochi sostegni. L’unico raggio di luce nelle sue tribolazioni era la sua amata riserva di caccia, da quel tempo conosciuta come Karlsruhe.

È una beffa del destino che, dodici secoli dopo, sia proprio Karlsruhe, oggi sede della Corte costituzionale tedesca, a riproporre il tema dell’impossibilità di coordinare l’Europa senza...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1