Ventisei cantoni Moreno Bernasconi

«Carlos» e la giustizia

La rubrica di Moreno Bernasconi

Image

Il delinquente violento e plurirecidivo Brian K, alias «Carlos» - come è stato soprannominato dalla stampa svizzero tedesca da quando ha fatto parlare di sé dopo le sue prime condanne e i costosi tentativi di reinserzione nella società - farà ricorso contro la pena di privazione della libertà per 4 anni e mezzo e quella di un cosiddetto «piccolo internamento» per sottoporlo all’ennesima terapia. Brian K. - che ha cominciato a delinquere a 9 anni - si ritiene vittima della giustizia elvetica e della società e fino a ieri le autorità giudiziarie zurighesi avevano applicato nei suoi confronti un garantismo estremo, costato finora più di 800.000 franchi ai contribuenti. L’esempio più noto (scoperto grazie ad un’inchiesta giornalistica) è la decisione della procura minorile del canton Zurigo nel...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1