L’arresto in Bolivia, il trasferimento e la reclusione in Sardegna dell’ex terrorista Cesare Battisti chiudono un capitolo, uno dei più infami, degli anni di piombo che hanno così duramente e così dolorosamente segnato la storia d’Italia a cavallo tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta. Non chiudono, purtroppo, il libro. Troppi assassini e troppi loro complici, che avevano vagheggiato...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1