La giornata Marcello Pelizzari

Come Dolly Parton, questo Lugano ha troppi volti

Considerazioni a margine della brutta sconfitta del Kybunpark: possibile che i bianconeri si rovinino sempre la vita da soli?

Image

Anno nuovo, vecchi problemi. Perdonateci l’espressione oramai abusata. Ma non sapevamo come iniziare l’ennesima predica post sconfitta. Se non, appunto, dalle cose più scontate. Come l’inconsistenza offensiva del Lugano o, peggio ancora, la sua incapacità di reggere la pressione. Per tacere dei soliti, terribili errori individuali (vero Noam Baumann?). I bianconeri si sono fatti in quattro, come quei post in rete legati alla Dolly Parton Challenge. «Un volto per ogni social» ha scritto la cantante americana, invitando gli utenti di tutto il mondo a imitarla. La cosa ovviamente ha preso piede. Producendo cose interessanti e godibili.

Ecco, gira e rigira il punto è proprio questo: il Lugano non sa essere una cosa sola. No, i bianconeri hanno dei registri e delle maschere differenti. Anche più...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1