Concerti Fabio Pontiggia

Con l’OSI e la musica normalità più vicina

L’editoriale del direttore Fabio Pontiggia sulla nuova stagione

Image

Ci aggrappiamo a tutto quanto di positivo ci è offerto nella transizione dal blocco pandemico alla normalità da recuperare pienamente. La musica è una delle più solari espressioni di quel che di positivo c’è nella nostra esistenza. Un mondo senza musica è inimmaginabile: sarebbe di una tristezza pervasiva e opprimente. E la musica è, prima di tutto, quella ascoltata e vissuta dal vivo, in una sala da concerto, grande o piccola che sia, in un teatro d’opera, una chiesa, una piazza, uno stadio, uno dei tanti locali associati ai più svariati generi, secondo i gusti totalmente liberi che ognuno di noi ha.

Dopo il doloroso silenzio imposto dal coronavirus, l’Orchestra della Svizzera italiana riannoderà finalmente il filo del discorso bruscamente interrotto in marzo. Ieri è stata presentata la ripartenza....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1