Pensieri dal battellino Bruno Costantini

Domanda e offerta

La rubrica di Bruno Costantini

Image

Anche questa settimana io e Asia siamo rimasti al porto comunale a lucidare il mogano del battellino. A portare il Barbera «fatto col mulo» dall’altra parte del lago siamo andati solo un paio di volte di notte come contrabbandieri, con baffi finti e nasi di cartone per non essere riconosciuti, perché ora che la Magistratura ha aperto un’inchiesta sugli abusi edilizi a Caprino non vorremmo essere tirati in ballo quali complici di qualche storiaccia. Con il nervosismo politico che c’è adesso a Lugano, tra cadreghe che traballano, porte che sbattono, addii e ritorni, bisogna stare in guardia. È come nel vecchio West, non quello descritto dal cinema classico americano, dove se uno apriva la finestra vedeva un vasto orizzonte con un futuro pieno di speranza, ma quello di Sergio Leone, dove se uno...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1