Il commento Gerardo Morina

Donald Trump, la Bibbia e il reality show

Il commento di Gerardo Morina

Image

Due Americhe. Da una parte quella che non cessa di protestare pubblicamente per la morte per soffocamento causata della polizia di Minneapolis ai danni dell’afroamericano George Floyd,la stessa che fa della straziante ed estrema invocazione di Floyd «I can’t breathe» un emblema della rivolta in tutti gli Stati Uniti; l’America, poi, che ha indotto la sindaca di Washington a ridenominare un tratto della 16 strada che conduce alla Casa Bianca «Black Lives Matter Plaza»; quella, inoltre, che omaggia la memoria di Floyd con l’atto della genuflessione; l’America, infine, che si è riversata sabato a Washington come i 250mila che animarono la capitale il 28 agosto 1963 per ascoltare le parole di Martin Luther King.

Dall’altra parte c’è invece un’America ostile, pronta alla sfida, fautrice delle...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1