L’editoriale Massimo Solari

È una magia che nasce da lontano

Tutti in piedi ad applaudire Murat Yakin e la sua Svizzera: ed è giusto così

Image

Tutti in piedi. Ad applaudire. Come la Swissporarena. Oramai stadio portafortuna della Nazionale, che qui si è tolta alcune delle soddisfazioni più belle. Il clamore e l’importanza di quella ottenuta ieri, però, appaiono irraggiungibili. Perché quanto accaduto, sì, è pazzesco. E, solo tre mesi fa, inimmaginabile. La qualificazione diretta ai Mondiali del 2022 non si è tuttavia concretizzata per caso. È figlia di un percorso, non dell’estemporaneità di una notte. Magica a Lucerna, terribile per l’Italia a Belfast. I rossocrociati, questo biglietto per il paradiso se lo sono meritati con i fatti. Rimboccandosi le maniche ed evitando di farsi travolgere dagli eventi. Piuttosto nefasti, ammettiamolo, se si considera il peso delle defezioni che hanno accompagnato le ultime sei gare della Svizzera....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1