Trasporti Fabio Pontiggia

Ecologisti che perdono il treno e la bussola

L’editoriale di Fabio Pontiggia

Image

La storia si ripete. E a volte ha dell’incredibile, perché ci presenta un mondo alla rovescia. L’AlpTransit è oggi realtà quasi completa grazie a un democratico di centro che aveva dovuto fronteggiare gli ecologisti contrari. Il progetto di tram-treno del Luganese diventerà realtà (speriamo) grazie ad un leghista che deve arginare l’ostruzionismo degli ambientalisti. Non è revisionismo mistificatore e non è fantapolitica. Il democratico di centro che ha dato alla Svizzera le nuove trasversali ferroviarie alpine (Lötschberg-Sempione e San Gottardo) è il consigliere federale Adolf Ogi. Il 27 settembre 1992, nella votazione popolare sul Decreto federale concernente la costruzione di una ferrovia transalpina, ottenne un successo storico: il 63,6% dei votanti e 23 Stati su 26 approvarono il decreto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1